lunedì 18 settembre 2017

Saldo in attivo

È ripreso il lavoro per le strade di Roma; non senza difficoltà: le ginocchia non più abituate a stare flesse per tre ore di fila, gli sguardi che non si abbassano al tizio lì per terra, le vecchine che non ti comprendono e ti fanno l'elemosina e quella inseparabile sensazione di perdere tempo e perciò uccidere pezzetti di sé, della propria vita. Poi però qualcuno si ferma, sempre, e spesso conosci nuovi sapidi punti di vista sul mondo e ti arricchisci, riportando il saldo in attivo.

sabato 16 settembre 2017

Secondo sabato settembrino sulla strada

Secondo sabato settembrino sulla strada. Sono soddisfatto?
 Sbagliato: sono sconfitto, semmai.
 Si avvicina a me un discreto numero di persone, di Vicende vergonose però ne spaccio poche.
 Che le persone preferissero il Drago?
 Che sia perché i lettori preferiscono i romanzi ai racconti?
 Oppure semplicemente la colpa è del periodo: sono appena finite le costosissime vacanze e/o sono appena stati comprati libri per la scuola e l'università, chissà.
 Poi ci si mette la pioggia, che alle 13:15 mi ha costretto a una fuga da Piazza Bologna.
 Domani proverò a posizionarmi lungo Viale Eritrea (mattino) e Viale Libia (pomeriggio).
 Se dovesse andare male, vendicate la mia morte.

giovedì 14 settembre 2017

Il Grimorio della Strega

Ogni tanto faccio un po' di Egosurfing, per vedere se qualcuno di voi mi infama nel www (World Wide Walter). Ieri in un blog ho trovato questa cosina: «il libro di Lazzarin è stata una lettura rinfrescante, ottima per passare un paio di ore di relax e sicuramente un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.»
 Per leggere l'articolo intero, uscito su Il Grimorio della Strega: clicca QUI

sabato 9 settembre 2017

Dalla Germania apposta

Ci credete se vi dico che loro due sono venuti apposta dalla Germania per prendere dalle mie mani, mentre oggi ero con la Olivetti a Roma in Piazza Bologna, Ventuno vicende vagamente vergognose?

venerdì 8 settembre 2017

Tra Prato e Roma

Due giorni fa ero a Prato, ma dove di preciso? Dentro un bus rosso, a due piani, in stile inglese. Ho mangiato salame e prosciutto e bruschette con pezzi di pomodoro e frittata. Ho bevuto birre, più d'una. Poi mi sono spostato all'aperto per raccontare la mia esperienza per strada a chi mi ha invitato, cioè la Fondazione Santa Rita, e ai loro ospiti.
 Mi sono fatto spiegare bene il loro progetto «I'Busse»: in pratica, questo Gigante Buono col motore diventerà un punto d'incontro per i pratesi, durante l'anno si piazzerà in alcune piazze della città per attirare e svagare in particolare i giovani, con musica ed eventi di vario tipo.
 A me è sembrata una bella idea. Bella e originale. E con loro mi sono divertito anche se il meteo non ci è stato amico.
 Da domani torno a posizionarmi a Roma, dopo oltre 4 mesi. La capitale ha bisogno di Ventuno vicende vagamente vergognose, nevvero?

lunedì 4 settembre 2017

E mercoledì a Prato!

Strana esperienza al Narni Comics: più che attirare persone a zonzo per il festival, la mia Olivetti ha incuriosito i disegnatori e gli sceneggiatori e gli editori di fumetti e graphic novel. Le mie Ventuno vicende vagamente vergognose hanno intrigato più gli addetti ai lavori che i comuni passanti. Un bene? Mah, boh. Di certo ho conosciuto un sacco di persone in gamba; è un mondo in crescita, rispetto a quello della narrativa tradizionale. Forse più capace di innovare.
 Mercoledì sarò invece a Prato, per il progetto I'Busse in cui ci saranno eventi di vario tipo attorno a un bus rosso a due piani; racconterò il mio viaggio per le strade d'Italia verso le 19.
 Toscani, vi aspetto!